Pizza fatta in casa come in pizzeria

Oggi voglio finalmente condividere una ricetta con cui sperimento da tempo e che mi ero convinta di non riuscire a fare, ovvero la pizza. Vi porto infatti la ricetta, finalmente riuscita esattamente come speravo grazie a trucchetti imparati qui e lì, della pizza fatta in casa come in pizzeria. In generale negli anni mi sono convinta di avere un problema con i lievitati e con tutto quello che riguarda la panificazione. Come per tutte le cose nella vita, niente deve però rimanere invariato e tutto può essere migliorato. Infatti, da amante della pizza, che è forse il mio piatto preferito in assoluto, ho deciso di cercare di migliorarmi per poter preparare delle buone pizze fatte in casa, soprattutto abitando in Svizzera e non trovando spesso della buona pasta per pizza già pronta.

In particolare ho seguito molto i video sulla lievitazione, panificazione e pizza di Angelo Giannino, che seppur orientati molto a ristoranti e pizzerie piuttosto che a chi cucina a casa, mi sono stati molto utili e li posso assolutamente consigliare.

Pizza fatta in casa come in pizzeria
Pizza fatta in casa come in pizzeria

Ecco cosa ho utilizzato per 3 pizze tonde:

Ingredienti pizza fatta in casa come in pizzeria

  • 400 gr di farina 00 (circa, ogni farina è diversa e andremo quindi a trovare il nostro cosidetto punto di pasta)
  • 250 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 2 gr di lievito fresco
  • 12 gr di sale
  • 5 gr di zucchero
  • 12 gr di olio evo
  • ingredienti a piacere per condire la vostra pizza, per me in questo caso passata di pomodoro, carciofi, bufala e scamorza

Procedimento

Per preparare le nostre pizze, inizieremo da acqua, sale e lievito. Nonostante spesso si dica, a ragione, di non mettere a contatto diretto sale e lievito, come specificato da Giannino nei suoi video, in questo caso il lievito è così poco e la lievitazione lunga che non andrà a influire sul risultato, infatti così è stato.

Un’altra particolarità imparata è che la ricetta della pizza napoletana originale non prevede nè zucchero nè olio, solamente farina, acqua e sale. Non avendo però a casa la possibilità di utilizzare un forno a legna che può raggiungere temperature fino a 500 gradi, usando zucchero e olio andiamo a compensare questa mancanza migliorando la lievitazione e la consistenza.

Iniziamo quindi versando l’acqua in una grande ciotola e unendo sale, zucchero e lievito e iniziando a mescolare con la mano come se fosse una pala di un’impastatrice fino a che non avremo sciolto completamente sale, zucchero e lievito.

Pesiamo la nostra farina e iniziamo ad aggiungerla molto gradualmente. Io ho aggiunto i primi 100 grammi e mescolato a mano, poi altri 100 e ancora altri 100 e ogni volta ho continuato a mescolare a mano, proprio come se la mano fosse la pala di un’impastatrice. Gli ultimi 100 grammi li aggiungo molto lentamente continuando a mescolare, poichè potrei averne bisogno di più o di meno. Aggiungiamo anche l’olio e impastiamo. Ogni farina è infatti diversa, può assorbire più o meno acqua ed è importante trovare il nostro punto di pasta. Il punto di pasta è trovato quando l’impasto è morbido, poco umido, e la ciotola risulta praticamente completamente pulita.

A questo punto spostiamo l’impasto sul piano infarinato e continuiamo a impastare energicamente creando le cosidette pieghe, quindi tirando la pasta verso l’alto con la base del polso e poi ripiegandola verso l’interno, per incorporare aria.

Creiamo una palla, copriamo con pellicola trasparente e lasciamo riposare circa 20-30 minuti.

In seguito apriamo e formiamo tre panetti. Mettiamoli a riposare per almeno 10-12 ore. Io consiglio di preparare l’impasto la mattina se vogliamo mangiare la pizza la sera stessa o la sera prima se vogliamo mangiare la pizza a pranzo.

L’impasto crescerà almeno quattro o cinque volte le sue dimentisioni originali.

Panetti lievitati
Panetti lievitati

Arrivato il momento di preparare le nostre pizze, riscaldiamo il forno a 220-230 gradi e stendiamo nelle teglie oliate.

Pizza fatta in casa
Pizza fatta in casa

Avrete un risultato ancora migliore se avete una pietra refrattaria in forno.

Condiamo a piacere e inforniamo per circa 15 minuti. Quando cuocio due pizze contemporaneamente, solitamente inverto la loro posizione, sotto e sopra, dopo circa 7-8 minuti.

Buon appetito! 🙂

Pizza fatta in casa come in pizzeria
Pizza fatta in casa come in pizzeria

Se questa ricetta vi è piaciuta, vi consiglio di provare anche la farinata ligure, la cui ricetta la trovate qui, ma anche la focaccia con patate o la focaccia light senza lievitazione 🙂

Dania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.